monti5“Chiamiamola sinistra. Come quell’altra è destra”. Lo ha detto il presidente Mario Monti, a proposito del Partito Democratico. Nell’ottica di una “europeizzazione” del dibattito politico nazionale, il presidente Monti ha ragione. Ci sono, infatti, in tutti i paesi europei, progressisti e conservatori, sinistra e destra. Nessuna è più nobile dell’altra e tutte sono legittimamente depositarie di uno spazio politico e di una proposta di governo. Così accade in tutte le più “avanzate” democrazie europee.

Io stesso – per quel pochissimo che può valere – sostengo da tempo che l’affermazione “non esistono più destra e sinistra” è falsa, chiaramente ideologica e funzionale alla legittimazione di nuovi pensieri più o meno “unici”.

Certo, sorprende che lo stesso prof. Monti aveva detto, solo pochi giorni fa, che destra e sinistra sono categorie del passato. Ma cambiare idea è legittimo. Non posso che accogliere con favore il fatto che il presidente Monti abbia abbandonato l’ideologia populistica del “non esistono più destra e sinistra”. Così, infatti, immagino di poter interpretare quella frase “chiamiamola sinistra”.

Sarà bene allora fare un ulteriore passo nella “europeizzazione” del linguaggio politico nazionale. Com’è noto, non solo ci sono destra e sinistra ma spesso ci sono diverse sinistre (una più moderata, l’altra più radicale) e diverse destre (una composta da conservatori liberali/liberisti, l’altra fondata su istanze populiste). In forme diverse, in molti paesi europei.

Anche in Italia ci sono queste sfumature. C’è per esempio una destra chiaramente populista (quella di Berlusconi) e una destra composta da conservatori liberisti e tecnocrati (quella di Monti). Ha decisamente ragione il prof. Monti: “Chiamiamola sinistra. Come quell’altra è destra”. Ovviamente collocando nella destra (o fra le destre)  – com’è legittimo e onorevole – anche “Scelta civica per Monti”.

Finalmente un po’ di chiarezza. Destra e Sinistra.

E ancora, conservazione e cambiamento. Avventurismo e moderazione. Tecnocrazia impietosa e forza tranquilla. Crescita con la finanza e crescita con le persone. Lavoratori come numeri oppure lavoratori come persone.

Progetti diversi e tutti legittimi. Perché, appunto, non sono tutti uguali.